Dice facile lei… non sono Anaïs Nin

…si è interessante, ma dovresti fare vedere senza mostrare troppo, sennò è esplicito e diventa una minchiata…

Commento ai primi capitoli di "Al tavolino del bar" da parte di un'amica effettivamente dal palato molto raffinato (e dalle labbra carminio).

Si ecco come no. Sembra facile far vedere senza mostrare. Certo, io sono Anaïs Nin che ci vuole. Ascoltiamo loro gli Art of Noise, meglio.

Annunci

Al tavolino del bar, capitolo 8

Un altro capitolo dell’epopea di Nicoletta, cominciata con il primo capitolo e che si sta per concludere.
Nel Capitolo 8 ho messo tutti i ricordi che ho e spero di avere reso almeno un poco credibili le reazioni di una donna. Avviso chi avesse letto il cartaceo oppure la prima stesura, che ci sono diversi cambiamenti.

red markQuesto capitolo, come tutto o quasi il racconto di cui è parte usa un linguaggio esplicito, per adulti consapevoli.

Al tavolino del bar, arriva il sesto capitolo

redmarkQuesto post come tutti gli altri post di Al tavolino del bar, così come tutti i capitoli delle avventure di Nico, è per adulti. Quindi bambini via a nanna.

Sesto capitolo – una festa come non tante.

Nico arrivò alla stanza dove era Cleo, che in biancheria osservava due diversi abbigliamenti. Leggermente imbarazzata Nicoletta notò che Cleo non era male. Si forse le cosce erano un po’ grosse ed il sedere più piccolo del dovuto per essere proporzionato, che aveva delle belle spalle e non tanto seno.

Vai al Capitolo 6.

Al tavolino del bar, capitolo 5

red markIl contenuto di questo racconto è per adulti e contiene un linguaggio esplicito.

Le avventure raccontate da Nicoletta.

Entrata in casa si sentì decisamente affamata, tolse dal frigorifero un po’ delle cose avanzate e che poteva mangiare fredde, quindi apparecchiò sommariamente e sommariamente dispose il cibo. Contenta bevve con calma un buon bicchiere d’acqua che sentì scendere giù aprendosi una specie di sentiero fresco sino allo stomaco.

[Vai al quinto capitolo]

Al tavolo del bar

Al tavolino del bar, Capitolo 4

redmark Prosegue l’avventura di Nicoletta, detta Nico, nel quarto capitolo di: Al tavolino del bar.

Capitolo 4 – colazione.

Era a letto, era nuda, era profumata ed era abbracciata ad un uomo, Dario; faceva quasi freddo. Da qualche parte si sentiva il ronzio lieve di un condizionatore. Si mosse per cercare il lenzuolo.

“Sei sveglia?”
Meno male, non l’aveva chiamata amore.
“Sì. Che ore sono?”
“Le dieci.”
La strinse a sé e lei si eccitò sentendo il proprio seno premuto sul petto dell’altro.
“Ho mal di testa.” Nico sorrise, ce l’aveva davvero; si scostò di qualche centimetro e frugò in basso con le mani, fino a trovare il pene di Dario, che rispose allo stimolo, quindi delicatamente lo guidò dentro di sé.
“Ma non hai mal di testa?”